Tutti gli allenamenti che possono salvarti la vita, anche se non sono di autodifesa

La maggior parte delle volte che ci si ritrova coinvolti in una rissa o in un’aggressione non si è abbastanza preparati per tenere testa all’avversario, che, spesso, è molto più grosso e alto di noi o, magari, maneggia un’arma. Questo accade un po’ per paura e un po’ perché ci troviamo impreparati a far fronte a situazioni simili. Per questi motivi, ognuno di noi dovrebbe mettere in pratica degli allenamenti utili al fine di difendersi e salvarsi la vita.

Imparare a difendersi con le arti marziali

Quando pensiamo all’autodifesa, la ricolleghiamo spontaneamente alle arti marziali. Ne esistono di molti tipi differenti, ognuna delle quali insegna una propria tecnica di combattimento. È, quindi, bene scegliere quella più adatta al vostro caso. Per l’autodifesa “da strada” sono consigliati sistemi di combattimento come il Krav Maga, pensato per far fronte alle situazioni più imprevedibili e sfruttare al meglio i punti deboli dell’avversario per ottenere la vittoria. Esistono, poi, degli allenamenti più classici e conosciuti, come il Judo o il Jeet Kune Do e le Arti Marziali Miste, che uniscono diversi tipi di lotta.

Il problema delle arti marziali è che queste non possono essere apprese da un giorno all’altro, ma occorrono dei duri e costanti allenamenti, che possono proseguire per diversi anni. In realtà, non è possibile imparare una corretta tecnica di autodifesa in breve tempo, al contrario di quello che promettono alcuni corsi. Per imparare a difendersi occorrono anni di studio e pratica, ma esistono, tuttavia, dei modi un po’ più sbrigativi per reagire agli attacchi e portare a casa la pelle.

Fare allenamenti quotidiani e praticare sport

Ci sono degli allenamenti in grado di aiutarti a far fronte a delle vere e proprie aggressioni; anche questi non daranno subito i loro frutti, ma dovranno essere praticati con costanza. Partiamo col presupposto che lo sport non fa mai male e, se ne praticate uno, partite avvantaggiati. Tra questi sono compresi anche dei semplici esercizi in palestra, che contribuiranno a rafforzare i vostri muscoli e rendervi fisicamente pronti nel caso in cui siate costretti a sferrare un attacco.

È consigliato, inoltre, allenarsi a correre e, quindi, farlo costantemente ogni giorno. Questo vi sarà molto utile nel caso in cui il vostro avversario sia più grosso di voi e non abbiate nessuna possibilità di batterlo. In questo caso, non vi resterà che darvela a gambe più in fretta che potete! In realtà, con la corsa e molti tipi di sport è possibile sviluppare una maggiore agilità, che vi aiuterà ad aumentare la prontezza di riflessi durante il faccia a faccia con l’avversario. Così, sarà più facile evitare i suoi colpi e farlo stancare.

Riconoscere limiti e punti di forza

Conta molto concentrarsi sui propri punti di forza, quindi, se non siete particolarmente in forma e avete un corpo minuto, provate a sviluppare altre capacità, come, appunto, l’agilità. Lo stesso vale in un caso opposto: se non siete particolarmente agili e rapidi nei movimenti, allenate il vostro fisico in modo da reagire con la forza.

Insomma, ogni sport fa la sua parte in fatto di autodifesa e, oltre agli allenamenti, è altrettanto importante avere una giusta consapevolezza di sé e saper individuare i vostri limiti e punti di forza, così come quelli dell’avversario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *