Guardati alle spalle: la tecnica numero uno per difendersi da un’aggressione

Molto spesso, quando si viene aggrediti è ormai troppo tardi per reagire e, in poco tempo, siamo diventati vittime dell’aggressore. La cosa fondamentale, in questi casi, è evitare dal principio di finire nelle mani del malintenzionato, ma come?  È molto semplice, basta solo usare un po’ di prevenzione e, quando cammini per strada, guardati alle spalle, perché il pericolo potrebbe nascondersi dove meno te l’aspetti.

Fatti accompagnare quando esci di casa ed evita le ore più buie

Al giorno d’oggi, essere vittime di un’aggressione è un’esperienza che, purtroppo, si è costretti ad affrontare in maniera sempre più elevata, a causa del continuo aumento della criminalità in Italia. Per evitare di diventare l’ennesima vittima, si può ricorrere ad alcune tecniche di prevenzione, in modo da non essere costretti a ritrovarsi faccia a faccia con l’avversario, ma allontanarlo fin da subito. Mentre cammini per strada, se avverti dei movimenti sospetti intorno a te, guardati alle spalle per cercare di capire se possa esserci qualcuno che ti sta seguendo. In molti casi, le violenze possono essere evitate identificando l’aggressore in anticipo, che, magari, si tratta di uno stalker che ha passato giorni a pedinarti per verificare tutti i tuoi spostamenti, prima di agire.

Ricordati che, per evitare un’aggressione, l’ideale sarebbe di non aggirarsi mai da soli, soprattutto in luoghi isolati e di sera. Se ci sono delle zone nella tua città famose per l’alto livello di criminalità o per essere poco trafficate, evita di attraversarle e, se proprio sei costretto a farlo, fatti accompagnare da un amico e da un’amica o, meglio, da un gruppo di più persone, in modo da intimidire l’avversario. È, inoltre, consigliabile evitare di andare in giro da soli di notte o la sera tardi, che rappresentano i momenti in cui è più facile essere aggrediti da un delinquente, senza che nessuno possa correre in vostro soccorso.

Guardati alle spalle e avvisa qualcuno se sospetti di essere seguito

Guardati alle spalle mentre cammini per strada e cerca di cogliere i segnali che potrebbero rappresentare quelli di un’ipotetica aggressione. Se ti accorgi di essere seguito, adotta delle tecniche per far allontanare l’avversario prima ancora che abbia avuto il tempo di avvicinarsi a te. Per esempio, se ti trovi da solo, potresti effettuare una chiamata a un qualunque tuo conoscente: vedendo che stai chiamando qualcuno, l’aggressore potrebbe insospettirsi e lasciar perdere. Se, per disgrazia, proprio quel giorno hai dimenticato il tuo cellulare a casa o al lavoro, fingi di portare qualcosa all’orecchio, che sia di dimensioni simili a un cellulare. Il malintenzionato, che ti guarda da lontano, potrebbe scambiarlo per quest’ultimo.

Tieni sempre a portata di mano le chiavi di casa o della macchina e verifica la presenza di intrusi prima di accedervi. Se ti senti in pericolo e vieni colto dal panico, la soluzione migliore è quella di chiedere aiuto: ricordati che fare l’eroe nella vita reale non è come nei film e, in alcuni casi, potresti rimetterci la pelle. Entra in un negozio o in un qualunque locale pubblico e avvisa il personale che temi di essere seguito. Nel peggiore dei casi, puoi affidarti alle forze dell’ordine, facendo una chiamata d’emergenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *