Cosa fare in caso di stalking: 5 consigli

Le persone vittime di stalking sono molte più di quanto si pensi e, molte di loro, si nascondono nell’ombra, succubi del loro stalker e senza alcuna capacità di reagire, magari, nel peggiore dei casi, completamente ignorate dalla polizia. Può capitare veramente a chiunque di diventare vittima di un pedinatore e il problema maggiore è che, nella maggior parte dei casi, non ce se ne rende nemmeno conto, fino a quando non è troppo tardi. In realtà, i segnali di un pedinamento sono sempre piuttosto evidenti e, a volte, basta solo l’istinto per poterlo riconoscere. Se anche tu sei vittima di stalking e non sai come comportarti, segui questi 5 consigli.

1.      Non permettere allo stalker di rintracciarti

Se ti accorgi di essere pedinato, cerca di mantenere il più possibile le distanze dalla persona che sospetti stia agendo sotto forma di stalking. Quando rientri a casa fai sempre una strada diversa, soprattutto se sei solito tornare a piedi o in bicicletta. Quando possibile, usa la macchina o fatti accompagnare da un amico o un collega, in modo da non essere solo e renderti meno rintracciabile.

Quando esci di casa, controlla sempre la via, assicurandoti che non si stia nascondendo nessuno nei paraggi. Ricordati di non fare mai sapere allo stalker dove abiti, altrimenti potrebbe presentarsi sotto casa e molestarti senza tregua.

2.      Cambia numero di telefono, e-mail, ecc.

Se il molestatore è entrato in possesso del tuo numero di cellulare, della tua e-mail o del nome che utilizzi su dei profili social, bloccalo dagli stessi e segnalalo come spam nelle e-mail. In alternativa, puoi direttamente cambiare numero di telefono, e-mail o cancellare i vari profili, in modo di essere sicuro di non essere più importunato dalla persona in questione. Ricordati, però, di conservare ogni eventuale conversazione avvenuta con lui, che potrà essere usata in futuro come prova.

3.      Assicurati che i tuoi familiari siano al sicuro

Quando si rimane soggetti di stalking, è importante assicurarsi che non venga coinvolta anche il resto della famiglia. Questo tipo di persone potrebbe, infatti, decidere di rapire o fare del male a un tuo amico o familiare nel caso in cui tu non risponda alle sue richieste. Accompagna sempre i tuoi figli a scuola controllando che entrino nell’istituto e resta costantemente in contatto con il resto della famiglia.

4.      Non permettere allo stalker di spaventarti

Sii chiaro/a con il tuo stalker e digli una volta per tutte che non vuoi più essere molestato da lui. Sembra un approccio banale, ma con un po’ di calma e sangue freddo potresti anche convincerlo a smettere di importunarti. L’importante è non lasciargli mai una porta aperta, mettendo in chiaro che non sei minimamente intenzionato ad avere qualcosa a che fare con lui.

5.      Parlane con qualcuno

Non tenere segreta la tua situazione, il modo migliore per uscirne è sempre parlarne apertamente. Se non te la senti di rivolgervi personalmente alle forze dell’ordine, puoi discuterne con una persona di cui ti fidi e, eventualmente, farti accompagnare da lei a fare la denuncia. L’importante è non tenerlo mai segreto, chiudendoti nel tuo guscio, perché questo è il modo peggiore per affrontare una situazione di stalking.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *