Consigli per la tua sicurezza in vacanza

Quando si va in vacanza all’estero, dove non si conoscono bene la lingua e la cultura del popolo, spesso ci si ritrova in situazioni difficili e, se nella maggior parte dei casi si risolvono in brutte figuracce, altre volte c’è la possibilità di rischiare la vita per qualche errore commesso. Prima di partire per un viaggio, occorre, quindi, raccogliere qualche informazione sul luogo che si andrà a visitare e imparare qualche trucco sulla sicurezza in vacanza, per evitare che questa si trasformi in un’esperienza traumatica.

Informarsi sul Paese e sulle sue tradizioni

Prima di tutto, quando si sceglie una meta, a maggior ragione se estera e anche al di fuori dell’Europa – dove, quindi, sarete lontani chilometri da casa vostra –, è consigliabile informarsi con attenzione sul luogo che andrete a visitare e sulla sua cultura. Per esempio, nei Paesi islamici è consigliato utilizzare il velo, in modo da non offendere la loro religione e rischiare anche di essere penalizzati per questo. In particolar modo, esistono delle nazionalità con una tradizione e delle usanze completamente differenti dalle nostre e sulle quali è bene soffermarsi un po’ di più.

Prediligere viaggi in gruppo

Quando decidete di affrontare un viaggio che comporti una lunga lontananza dall’Italia, perché non provate a coinvolgere qualcuno? In questo modo, vi sentirete più al sicuro e non dovrete affrontare le difficoltà tutti da soli. Se proprio siete costretti ad imbarcarvi in solitaria, lasciate il vostro numero di telefono (anche nel caso lo cambiaste per affrontare il viaggio) a più persone possibili, in modo da avere la sicurezza di essere facilmente rintracciabili. Inoltre, fate una chiamata almeno una volta al giorno per avvisare i familiari che state bene. Per avere una maggiore sicurezza in vacanza, ricordatevi di portare con voi tutti i documenti e informare, inoltre, i vostri conoscenti sull’itinerario che intendete percorrere.

Evitare di chiedere informazioni agli sconosciuti

Ci sono, poi, alcuni consigli che vengono dati ogni giorno che possono tranquillamente tornare utili anche per la vostra sicurezza in vacanza. Tra questi c’è la classica raccomandazione del non parlare con gli sconosciuti. Nel caso vi capitasse di perdere l’orientamento e aveste bisogno di chiedere informazioni, rivolgetevi, dove possibile, a dei locali pubblici, evitando di dare confidenza agli estranei. Tutto dipende molto dal Paese in cui avete deciso di recarvi, dove ce ne sono di più civilizzati rispetto ad altri. Nel peggiore dei casi, prediligete sempre le famiglie e le donne, evitando di rivolgervi agli uomini.

Sicurezza in vacanza: riconoscere le zone più soggette alla criminalità

Informatevi sul livello di criminalità del Paese e sui possibili vaccini da dover fare prima della partenza. Potrebbero esserci, come accade anche in Italia, delle zone dove la criminalità è maggiormente concentrata, occorre, quindi, imparare a conoscerle prima della partenza, in modo da poterle evitare.

Insomma, fare un viaggio all’estero è sempre una bella esperienza, da fare almeno una volta nella vita. Ciò che può fare la differenza è l’informazione, partendo preparati, dove la sicurezza in vacanza diventa indispensabile. Se ci si sposta in gruppo o direttamente nei viaggi organizzati è più facile muoversi nelle città, potendo appoggiarsi ad altre persone. Diventa, invece, indispensabile armarsi di buona volontà e conoscenze del luogo nel caso in cui vi troviate da soli, ma, se sfruttata al meglio, questa vacanza potrà diventare la più bella esperienza della vostra vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *