Come evitare l’attacco di un cane

Sui giornali o in televisione si sente spesso di persone e bambini rimaste vittime di attacchi da parte di cani di grossa taglia e aggressivi di natura, che non hanno esitato a mordere, causando danni gravi. Molto spesso, però, non è colpa del cane e, magari, siamo stati noi a stuzzicarlo, anche involontariamente, portandolo ad attaccarci. Quindi, non è sempre giusto dare la colpa all’animale, il quale possiede un istinto predatore che continua a risiedere in lui e che non è possibile cancellare, ma tentare di rendere più pacifico reagendo in una certa maniera. Allora, come è possibile evitare l’attacco di un cane? Semplice, seguendo alcune regole!

I cani sono degli animali predatori

Come abbiamo accennato, i cani sono degli animali predatori. Avete mai visto un gatto che insegue un cane? Se avete risposto di sì, buon per voi, perché non è un evento da tutti i giorni. Di solito, accade il contrario e, non a caso, alcune razze vengono usate durante la caccia o dai corpi di polizia, per contribuire a smascherare dei criminali. L’attacco di un cane avviene, quindi, come semplice risposta al suo istinto e ogni razza lo possiede, l’unica differenza è che è difficile che un Chihuahua ci ferisca gravemente, mentre un Rottweiler è il classico cane, spesso descritto come uno dei più aggressivi, che potrebbe seriamente compromettere la nostra salute, se decide che noi siamo diventati la sua preda.

Mai disturbare un cane e aggredirlo senza motivo

Ma l’attacco di un cane non avviene per puro caso e, a parte cercare di evitare quelli grossi, ci sono alcune regole da seguire, per evitare che il nostro comportamento spinga l’animale a ferirci. Una regola che dovrebbe essere sottintesa è quella di non attaccare mai per primi. La maggior parte delle persone si diverte a istigare un animale, venendo, poi, giustamente, attaccata da quest’ultimo. E sapete come finisce la storia? Che il cane, che non ha fatto altro che difendersi da un’aggressività immotivata, viene soppresso.

Ma, a volte, capita anche che l’attacco di un cane risulti fatale e non è sempre sottinteso che voi la facciate franca. Allora, evitate di mandare l’animale su tutte le furie, tirandogli delle pietre, prendendolo a bastonate, borsettate o rompendogli le scatole in qualunque modo. Dite ai vostri bambini di non avvicinarsi troppo a un certo tipo di razze e di non giocare con loro, poiché, i bimbi più piccoli, spesso risultano bravissimi a disturbare gli animali con la scusa di voler giocare con loro.

Evitare di scappare e di guardare l’animale negli occhi

Un altro importantissimo consiglio, nel caso in cui veniate presi di mira da un cane che vi risulta essere particolarmente feroce, è quello di non scappare. Questo, purtroppo, è il peggior errore che si possa commettere, perché non fa altro che attivare il suo istinto predatorio che lo spinge a inseguirvi. Piuttosto, rimanete immobili attendendo che la bestia si calmi o camminate a passo lento, come se fosse tutto normale.

Ricordatevi, inoltre, di non guardare mai l’animale negli occhi, poiché questo viene tradotto come una sfida, pertanto, è facile che tenti di rispondere attaccandovi. Potete comunque tenerlo sotto controllo distogliendo lo sguardo ogni tanto, magari guardando un po’ in giro, o sbattendo ripetutamente le palpebre. Questo, nella maggior parte dei casi, verrà preso come un segnale amichevole.

One thought on “Come evitare l’attacco di un cane

  1. “Dite ai vostri bambini di non avvicinarsi troppo a un certo tipo di razze e di non giocare con loro, poiché, i bimbi più piccoli, spesso risultano bravissimi a disturbare gli animali con la scusa di voler giocare con loro.”
    Giustissimo, peccato che spesso i cani, anche di razza aggressiva sono lasciati liberi e si avvicinano di loro ai bambini; per non parlare delle persone che insistono affinchè il bambino accarezzi il cane e non dimentichiamo, infine, coloro che prendono in giro i bambini che dimostrano di avere paura o eccessiva prudenza nei confronti degli animali (proprio a seguito dell’insegnamento impartito in merito alle reazioni imprevedibili e potezialmente letali dei cani).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *